Il Frantoio

La Storia

olivolio-olioextravergine-di-olivaIl Frantoio oleario “OLIVOLIO” è un antico frantoio a conduzione familiare, da più di 50 anni. Il frantoio nasce inizialmente a Domo, per poi successivamente spostarsi ad Apiro e trasferirsi definitivamente in una piccola Frazione del Comune di Cingoli: San Flaviano, dove ogni autunno e ogni inverno ci si occupa, con cura e passione, della lavorazione delle olive.
Tutto questo frutto della tenacia e della passione di un piccolo grande Uomo: Nicola capostipite della famiglia Amico, che negli anni ha affiancato e poi ceduto il mestiere e la passione alla Famiglia Barigelli Graziano ed al giovanissimo figlio Giacomo.
Essi coltivano e mantengono con amore e sacrificio oltre 1000 piantoni dislocati in diversi terreni del territorio Cingolano.olivolioLa lavorazione si basa su regole antiche e precise, ogni particolare è curato nel minimo dettaglio per ottenere un prodotto di alta qualità; dalla scelte delle olive, al metodo di lavorazione delle stesse, cercando di coniugare le migliori tradizioni olearie con tecnologie ogni anno più avanzate e avendo come scopo unico la qualità del prodotto.

made-in-italy

 

Fasi di Lavorazione e Raccolta

L’olio extra vergine di oliva:

ulivo-olivolio-mini

L’olio vergine di oliva è il prodotto ottenuto dalla spremitura a freddo del frutto delle olive mediante processi puramente meccanici e tale caratteristica lo rende un vero e proprio alimento, naturale e con un profilo aromatico e gustativo unico.

Molinatura

olivolio-olioextravergine-di-oliva

Viene effettuata da Ottobre a Dicembre.

Raccolta

raccolta_olive1

Nei soli mesi di novembre e dicembre viene effettuato il 90% della raccolta delle olive presenti negli appezzamenti.
La tecnica attualmente più diffusa prevede l’utilizzo di agevolatori dotati di pettini vibranti o ganci azionati da compressori e di teli da posizionare solo
temporaneamente a terra sotto l’albero per radunare le olive.
Con questa metodologia un operatore può raccogliere sino a 30/40 kg/h di olive.

Trasporto e Stoccaggio

trasporto-e-stoccaggio-mini

Per produrre un olio di qualità questa fase è tra le più importanti. Olive sane raccolte asciutte, e con un grado di maturazione ancora non molto avanzato possono attendere anche 2 giorni prima della lavorazione.
Negli altri casi è necessario velocizzare il più possibile questa fase per scongiurare la comparsa di difetti organolettici e l’aumento dell’acidità. E’ comunque importante che in questo lasso di tempo le olive vengano conservate in cassette o cassoni forati e aereati che impediscano lo schiacciamento dei frutti.

Defogliatura e lavaggio

defogliatura

Il nostro frantoio per questa fase è dotato di due macchinari in linea. Un primo defogliatore elimina tramite un aspiratore le foglie prima che le olive vengano bagnate.
Solo dopo questa prima fase le olive vengono inviate al lavaggio dove tramite un getto d’acqua vengono eliminate eventuali sostanze estranee.

La macinazione

macinazione

La macinazione consiste nel la frantumazione tramite tre grosse ruote di granito meglio conosciute come “molazze”. La pressione morbida delle macine, che ruotano molto lentamente, consentono di ottenere una pasta di olive frantumate fra i 13 e 18 gradi di temperatura (temperatura ambiente). Questo processo di circa 20 minuti fa si che l’olio assuma un gusto più dolce e delicato.

Gramolatura e impilazione dei dischi

gramalatura

La gramolatura consiste in un delicato rimescolamento della pasta appena ottenuta dalla macinazione in tre gramole poste in linea. La gramola è una vasca lunga e stretta con un asse centrale munito di lame impastatrici in rotazione continua. Il movimento delle lame favorisce lo scioglimento delle molecole dell’olio ossia la rottura delle microscopiche sacchette che nella pasta delle olive, trattengono ancora l’olio.

La pressatura

pressatura

La pasta così ottenuta viene poi posta con un robot semiautomatico (impilatrice) su dei diaframmi (fiscoli) a comporre una sorta di torre che viene in seguito messa sotto la pressa la quale, tramite pressione, separa la parte liquida (il mosto) da quella solida (sansa). Mentre la sansa viene scartata, la miscela di cui sopra confluisce al separatore.

La separazione di acqua e olio

separazione-acqua-1separazione-acqua-2

E’ questo, l’ultimo processo della spremitura a freddo. La separazione dell’olio dall’acqua di vegetazione avviene attraverso il “separatore” che, sfruttando la forza centrifuga, separa le particelle dei due componenti i quali, com’è noto, hanno peso specifico diverso.

separazione-acqua-3 separazione-acqua-mini

I commenti sono chiusi.